Elobau, lo specialista di sensori senza contatto di Leutkirch (regione di Allgäu, Germania), ha ampliato la sua gamma di prodotti con l'introduzione di sensori a ultrasuoni. Sono disponibili cinque diversi tipi di sensori a ultrasuoni, che coprono una vasta gamma di compiti di misurazione e monitoraggio. Tre dei cinque tipi di sensori di elobau sono compatibili con IO-Link e quindi sono pronti per applicazioni Industry 4.0. Esiste anche una versione certificata ATEX e una versione appositamente progettata per la misurazione del livello nelle macchine mobili.



Intervallo di misurazione fino a otto metri
I sensori ad ultrasuoni emettono ciclicamente impulsi acustici ad alta frequenza. Le onde soniche vengono riflesse dall'oggetto target e convertite in un segnale elettrico da un trasduttore sonico nel sensore. L'uso di sonics consente di identificare gli oggetti indipendentemente dal loro materiale. Anche gli oggetti realizzati con materiali riflettenti, opachi e trasparenti vengono catturati in modo sicuro. A seconda del progetto, i sensori a ultrasuoni di elobau coprono intervalli di misurazione tra 40 millimetri e otto metri. La distanza di commutazione desiderata può essere parametrizzata dall'utente tramite IO-Link, pulsante di autoapprendimento o cavo di programmazione. Lo stato di commutazione viene visualizzato dai LED sull'alloggiamento del sensore.


2 modalità operative, 2 materiali abitativi,
3 modelli, 6 uscite: un design per ogni applicazione
Con tre design cilindrici, alloggiamenti in acciaio inossidabile o plastica, modalità operative selezionabili individualmente di riflessione diffusa o retroriflettente, nonché uscite analogiche e digitali, i sensori a ultrasuoni di elobau possono essere utilizzati in vari modi in varie applicazioni industriali. "Dal riconoscimento dell'oggetto alla misurazione della distanza fino al rilevamento di posizione di sostanze solide, liquide o polverose, i nostri sensori a ultrasuoni forniscono dati in modo affidabile anche in presenza di umidità, polvere e temperature estreme", spiega Fabian Pfeiffer, product manager di elobau.

Condividi questa news