EUCHNER, un'azienda di medie dimensioni con sede a Leinfelden-Echterdingen, è stata una delle prime nella regione a istituire una stazione di test sul coronavirus per i propri dipendenti. I risultati intermedi dopo tre settimane sono stati gratificanti per lo specialista in ingegneria della sicurezza. I test sono molto richiesti e tutti i test sono stati finora negativi.

Con l'aiuto della farmacia Rats-Apotheke in città, EUCHNER ha allestito una postazione di test rapidamente e con una burocrazia minima. "La stazione di prova era sul nostro sito una settimana dopo che abbiamo iniziato a discutere del progetto", afferma il responsabile del personale Andreas Weisbeck. Il personale esperto della farmacia ha testato un totale di 100 dipendenti durante la prima settimana e questo numero è cresciuto a 140 nella seconda settimana. Anche i dipendenti a contratto sono espressamente invitati a sottoporsi a test. 185 dipendenti hanno effettuato test rapidi sul coronavirus questo mercoledì ed è un piacere notare che anche tutti questi test sono stati negativi.

Questa iniziativa dimostra che le aziende sono consapevoli e determinate ad assumersi le proprie responsabilità nei confronti della società. “I nostri dipendenti stanno facendo un ottimo lavoro durante i test. I test settimanali sono particolarmente importanti per i nostri dipendenti di produzione, che non possono lavorare da casa, poiché li aiutano a sentirsi al sicuro al lavoro ", afferma Weisbeck.

Abbiamo bisogno di meno burocrazia e più azione imprenditoriale

EUCHNER è critico nei confronti della risoluzione del governo federale tedesco che promuove un requisito di verifica legale per le aziende. Il socio amministratore Stefan Euchner sa cosa pensa di questa risoluzione. “L'ultima cosa di cui abbiamo bisogno ora è ancora più burocrazia e paternalismo. Le aziende che istituiscono stazioni di prova di propria iniziativa sono la prova migliore che un'azione imprenditoriale responsabile è un modo efficace per rilevare e ridurre le infezioni da coronavirus ", afferma Euchner, sottolineando che tutte le aziende responsabili stanno prendendo sul serio la pandemia.

Condividi questa news