EUCHNER ha ottenuto il primo posto nella categoria Safety, IT & Cyber ​​Security per l'industria e l'automazione.

Una giuria indipendente ha nominato i finalisti del GIT Security Award, che sono stati poi votati dai lettori. I criteri di selezione hanno privilegiato solo i prodotti più innovativi, più utili e più unici. Il marchio comunitario di EUCHNER ha conquistato la giuria e i lettori su tutte queste caratteristiche ed è emerso come il vincitore nella sua categoria.

"Abbiamo sviluppato il dispositivo di ritenuta con codice transponder CTM in risposta alle esigenze specifiche e reali dei nostri clienti", afferma Anne Fieg, product manager di EUCHNER. “Avevano bisogno di un piccolo dispositivo di blocco della protezione bistabile con il più alto livello di sicurezza possibile, disponibile anche in versione igienica per l'uso nell'imballaggio primario e nelle industrie alimentari”. Il concetto di design si è dimostrato fattibile e il CTM è stato sviluppato appositamente per l'uso su porte piccole e leggere, con dimensioni straordinariamente ridotte di soli 120 x 36 x 25 mm. Essendo uno dei dispositivi di blocco della protezione più piccoli sul mercato, è particolarmente facile da integrare nel design della macchina. Può anche proteggere porte con raggi di rotazione estremamente ridotti.

Il suo design compatto non riduce affatto la sicurezza. La funzione di blocco della protezione bistabile garantisce il blocco della porta anche in caso di interruzione di corrente. Il CTM è quindi ideale per la protezione di persone e processi e soddisfa il massimo livello di sicurezza PLe.

Tuttavia, EUCHNER ha sempre gli occhi puntati sul futuro e presto lancerà sul mercato una versione con meccanismo di ritenuta a circuito aperto. Inoltre, da giugno saranno disponibili le prime versioni di CTM con attivazione del meccanismo di ritenuta tramite IO-Link.

Questa nuova funzione consentirà ai dispositivi di blocco della protezione collegati in serie di essere controllati individualmente tramite un'interfaccia di comunicazione. Ciò significa che è possibile cablare sul campo fino a 20 dispositivi di blocco della protezione, utilizzando un solo cavo. Il marchio comunitario offre anche capacità di comunicazione intelligenti, che lo rendono particolarmente a prova di futuro nell'era dell'Industria 4.0.

Condividi questa news